home staging

Home staging: l’arte di valorizzare un immobile per la vendita

Che cos’è l’home staging? Chi acquista un immobile all’asta, generalmente, può avere due obiettivi: utilizzarlo per fini personali oppure venderlo (o affittarlo), per realizzare un margine di guadagno. Oggi ci soffermeremo sulla seconda opzione, per l’appunto la vendita dell’immobile e, in particolare, su come valorizzare un immobile. In altre parole, capiremo cos’è l’home staging e come può aiutare a vendere la proprietà immobiliare.

Home staging: l’arte di valorizzare la casa

Come forse si è intuito, l’home staging è una tecnica di marketing, che aiuta a presentare al meglio un immobile ad uso residenziale. Il termine, nato negli Stati Uniti d’America, è l’unione della parola home, in italiano casa, e della parola staging, traducibile come allestimento. In altri termini, questa tecnica si prefigge lo scopo di allestire una proprietà immobiliare al fine di mostrare le potenzialità all’acquirente interessato.

Lo staging di un’abitazione, pertanto, lungi dall’essere un raggiro per il cliente con l’obiettivo di celare eventuali difetti dell’immobile. Piuttosto è un contributo utile a far visualizzare quale potrebbe essere il risultato finale, una volta arredati gli spazi. Uno dei problemi principali per chi deve mostrare una proprietà immobiliare destinata alla vendita o all’affitto per uso abitativo, infatti, è quello di trasmettere una sensazione di casa, di familiarità, al cliente. In un’unità immobiliare vuota, o magari arredata in maniera approssimativa, questo tentativo evidentemente risulta estremamente difficile.

Perché scegliere l’home staging per vendere un immobile

Con l’home staging, al contrario, si possono ottenere risultati decisamente migliori, come dimostrano i numeri. Secondo i dati della Banca d’Italia, infatti, mediamente un immobile resta sul mercato per la durata di 282 giorni. Dopo un intervento di home stage, il tempo medio di permanenza in vendita si riduce a circa 60 giorni e le percentuali di vendita si innalzano intorno al 92%. Questa tecnica di marketing, peraltro, ha dei benefici anche in termini economici: la valorizzazione dell’immobile, tendenzialmente, comporta la riduzione di eventuali sconti dal prezzo di vendita dal 20% al 7%. In altre parole, con un intervento di home staging si vende con maggiore sicurezza, in minor tempo e a prezzi più alti.

home stager

In cosa consiste l’home staging di un immobile

Il primo passo per costruire un home staging è quello di condurre un sopralluogo sull’immobile. Solo attraverso un’accurata ispezione è possibile farsi un’idea delle attività necessarie: l’immobile è libero oppure c’è del materiale da rimuovere? Ci sono interventi importanti da eseguire oppure le strutture sono integre? Terminata questa fase preliminare, inizia la fase di house staging vera e propria. Il professionista progetta gli interventi necessari: l’inserimento di elementi di arredo e di eventuali complementi. Solitamente questi sono di proprietà dell’home stager, che li dispone temporaneamente nell’immobile. Una volta conclusi gli interventi di allestimento, è possibile realizzare il book fotografico che sarà utilizzato per promuovere l’immobile sui canali di vendita.

Rivolgersi a un home stager o fare da sé?

Esistono veri e propri corsi di home staging, che insegnano le tecniche per valorizzare un immobile al meglio. Molti, per mancanza di volontà e tempo, preferiscono invece affidarsi a un home stager professionista. Altri ancora, magari fra quelli che hanno già grande esperienza nel settore immobiliare, preferiscono essere gli home stager di se stessi.

Molto dipende dall’esperienza che si ha nel settore: un immobiliarista (o un semplice privato) alle prime armi, spesso, non conosce le esigenze del mercato. Cosa diversa è per l’immobiliarista di professione: la sua esperienza, e un minimo di formazione, possono aiutarlo a costruire uno stage efficace. L’esperienza di un home stager, e il suo magazzino di arredamenti e complementi, è tuttavia irrinunciabile per chi desidera massimizzare l’investimento finanziario. Chiaramente, in questo caso, il venditore si accolla un ulteriore investimento. Come visto, però, la scelta viene ripagata da guadagni più elevati all’atto della compravendita.

Home staging e case all’asta

Un accostamento interessante all’home staging sono gli immobili all’asta. Una delle prerogative delle aste giudiziarie, com’è risaputo, è proprio il prezzo di acquisto. Comprando all’asta, infatti, è possibile ottenere un risparmio fino al 35% rispetto al prezzo di vendita del mercato immobiliare. Evidentemente, questo consente di investire sulla consulenza di un house stager, che allestisca l’immobile per un vendita più redditizia.